Archivio delle notizie

Al Venerdi Santo comincia la novena prima della Festa della Divina Misericordia. Gesù ha chiesto a santa Faustina di recitare, durante nove giorni, la Coroncina alla Divina Misericordia, per poter prepararci a questa solennità, quando lodiamo Dio nel mistero della Sua insondabile misericordia. Gesù ha detto che durante questa novena possiamo ottenere tutto, se ciò che chiediamo, è conforme alla volontà di Dio, dunque buono per noi sulla terra e nell’eternità. Si può anche aggiungere la recita della Novena la quale Gesù ha dettato a santa Faustina. Nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki cominciamo la Novena in modo solenne dopo la preghiera nell’Ora di Misericordia (le ore 15.00) che questo giorno si medita in modo particolare.  Trasmissione on-line e TVP3.

Come di solito, nella vigilia della Festa della Misericordia, sabato il 6 aprile, nella chiesa santa Suor Faustina a Łódź, si svolgeranno le festività in onore alla Patrona di citta di Łódź – santa Suor Faustina.  Inizierà la preghiera all’Ora della Misericordia con la Coroncina alla Misericordia, alle ore 15.00, dopo seguirà un concerto ed i canti insieme al Gruppo di Musica Sacra « Lumen » di Poznań.

Le festività di quest’anno sono una preparazione ad un centenario dell’apparizione che ha avuto santa Faustina nel parco « Venezia » e nella cattedrale san Stanislao Kostka, che si festeggerà il 29 giugno di quest’anno.

Alleluia !!! Gesù è vivo!!! Il vive in mezzo a noi, vive in noi, quando siamo nella grazia santificante. L’Amore di Gesù ha vinto il peccato,  la Vita ha vinto la morte, Gesù ha vinto il male ed il nemico dell’uomo – il satana. Adesso anche noi possiamo vincere il peccato e la nostra debolezza, possiamo in modo più pieno vivere nella vita comune con Dio. Che in noi e tramite di noi sia lodata la Divina Misericordia !   Festeggiamo con gioia questi più grandi misteri della nostra fede!

Le sorelle della Congregazione Beata Vergine Maria della Misericordia colgono l’occasione per trasmettere a tutti i suoi benefattori e collaboratori che sostengono le nostre opere apostoliche, ed anche a tutti gli utenti che vanno sul sito della nostra Congregazione ed il gruppo: Santuario della Divina Misericordia su Facebook, i migliori Auguri del gioioso incontro col Signore Risorto e Misericordioso. Lui ci porta quello che il mondo non può darci, riempie i nostri cuori della Sua pace e ci sempre benedice, come sull’Immagine che Lui stesso ha chiesto di dipingere. Auguriamo tutte le grazie necessarie,  e per la Festa della Misericordia auguriamo a tutti di approfittare di questa più grande promessa di Gesù la quale è : remissione totale della colpe e delle pene. Buona e Santa Pasqua.

Nella Chiesa cattolica il Sabato Santo è un giorno di silenzio dopo la crocifissione di Gesù Cristo. Nelle chiese e cappelle presso il Santo Sepolcro si adora Gesù Cristo nel Santissimo Sacramento, ringraziandoLo per l’opera della Redenzione e tutte le grazie ottenute sulla croce per la nostra salvezza. Noi imploriamo anche la misericordia per noi e per il mondo intero. Nel Santuario della Divina Misericordia  a Cracovia – Łagiewniki si fa una benedizione del cibo per i pasti durante la Pasqua. Alle ore 15.00 c’è la preghiera durante l’Ora di Misericordia con la novena alla Divina Misericordia prima della Festa della Misericordia, dopo di ché c’è la funzione  « Gesù scende agli inferi. » Nella serata, alle ore 20.00 comincia il rito della vigilia di Pasqua con l’Eucaristia alla quale si portano le candele perché durante la liturgia sono rinnovate le promesse del battesimo.

Si svolgono In confessionale, perché è un risorgere dalla morte del peccato alla vita. Gesù ha detto a santa Faustina : Di alle anime dove debbono cercare le consolazioni cioè nel tribunale della Misericordia. Li avvengono i più grandi miracoli che si ripetono continuamente. Per ottenere questo miracolo non occorre fare pellegrinaggi in terre lontane né celebrare solenni riti esteriori,  ma basta mettersi con fede ai piedi di un mio rappresentante e confessarli la propria miseria ed il miracolo della Divina Misericordia si manifesterà in tutta la sua pienezza. Anche se un’anima fosse in decomposizione come un cadavere ed umanamente non ci fosse alcuna possibilità di risurrezione e tutto fosse perduto, non sarebbe cosi per Dio : un miracolo della Divina Misericordia risusciterà quest’anima in tutta la sua pienezza.  Infelici coloro che non approfittano di questo miracolo della Divina Misericordia ! Lo invocherete invano, quando sarà troppo tardi ! (Diario, 1448). Nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia- Łagiewniki i sacerdoti amministrano il sacramento di riconciliazione ogni giorno dalle ore 8.00-18.00. Visto che durante la Settimana Santa ci sono tante confessioni, non occorre rimettere la confessione agli ultimi giorni prima di Pasqua.

Fiducia. Questa mancanza di fiducia nella Mia bontŕ č quella che Mi ferisce maggiormente. Se la Mia morte non vi ha convinti del Mio amore, che cosa vi convincerŕ? (Diario, 580). La sua vita, i suoi insegnamenti e i suoi miracoli hanno rivelato più pienamente al mondo la bontà di Dio, il suo amore misericordioso. Eppure è difficile per noi avere fiducia in Dio, così profonda è la ferita della sfiducia nei confronti del peccato originale e dei nostri peccati personali. Suor Faustina ripete le tende del cielo e ci fa conoscere più profondamente l’amore misericordioso di Dio, la rivelazione più rivelata e la morte della croce di Gesù. Questa cognizione genera e sviluppa in noi un atteggiamento di fiducia che si esprime nel fare la volontà di Dio, contenuta nei comandamenti, nella parola di Dio, nei doveri dello stato o nell’ispirazione ispirata dello Spirito Santo. La volontà di Dio – come S. Faustina – è per noi pietà, ecco perché l’ha eseguita fedelmente e ha pregato così: Mi prenderai durante la giovinezza? Sii benedetto. Mi farai raggiungere l’etŕ avanzata? Sii benedetto. Mi darai salute e forza? Sii benedetto. M’inchioderai in un letto di dolore magari per tutta la vita? Sii benedetto. Durante la vita mi darai solo delusioni ed insuccessi? Sii benedetto. Permetterai che le mie intenzioni piů pure vengano condannate? Sii benedetto. Darai luce al mio intelletto? Sii benedetto. Mi lascerai nelle tenebre ed in ogni genere di angosce? Sii benedetto. Da questo momento vivo nella piů profonda serenitŕ, poiché il Signore stesso mi porta sulle Sue braccia. Egli, il Signore della Misericordia imperscrutabile, sa che desidero soltanto Lui in tutto, sempre e ovunque (Diario, 1264). Realizzare la volontà di Dio non è solo un’espressione di fiducia in Dio, ma anche liberarci dalla paura, dall’orgoglio e dall’egoismo, porta pace e gioia, ci permette di vivere più pienamente nella libertà dei figli di Dio e partecipare alla vita e alla missione di Gesù. Questo è il modo più breve per unirsi a Dio nell’amore.

E unico giorno nell’anno quando non si celebra l’Eucaristia, perché Gesù ha fatto il sacrificio il più grande da se stesso sull’Golgota. La sorgente della Mia misericordia venne spalancata dalla lancia sulla croce per tutte le anime ; non ho escluso nessuno (Diario, 1182) – ha detto Gesù a santa Suor Faustina in una delle rivelazioni legate alla Sua passione. Venerdi Santo nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki si celebra nel modo solenne la preghiera alle ore 15.00 nel momento dell’agonia di Gesù sulla croce (L’Ora di misericordia). Quel giorno cominciamo la novena prima della Festa di Misericordia (trasmissione on-line sul sito : www.suorfaustina.it). Alle ore 15.30 si prega la Via Crucis. Il rito della Passione del Signore incomincia alle ore 18.00 nella basilica. Dopo l’adorazione e dopo la santa Comunione proseguirà la processione eucaristica al Sepolcro del Signore che si prepara nel convento delle suore, nella cappella della Passione del Signore.

Giovedi Santo è un giorno di ringraziamento al Dio misericordioso per il dono di sacerdozio e per l’Eucaristia. Gesù mi permise di entrare nel Cenacolo e fui presente a quello che avvenne la. Ciò che mi colpi più profondamente, fu il momento in cui Gesù prima della consacrazione innalzò gli occhi al cielo ed entrò in un misterioso colloquio col Padre Suo. Questo momento lo conosceremo adequatamente solo nell’eternità. I Suoi occhi erano come due fiamme, il volto raggiante, bianco come la neve, tutto l’aspetto maestoso, la Sua anima piena di nostalgia. Nel momento della consacrazione, l’amore appagato riposò, il sacrificio era stato compiuto completamente. Ora avverrà solo la cerimonia esteriore della morte, la distruzione esteriore, ma l’essenza avviene nel Cenacolo (Diario, 684).

Nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, al Giovedi Santo (il 6 aprile di quest’anno), alle ore 18.00 dal mons. Jan Zając, rettore emerito del Santuario. La liturgia del Giovedi Santo si termina con la processione col Santissimo Sacramento che proseguirà dalla basilica fino alla Cappella del convento con l’Immagine Miracolosa di Gesù Misericordioso e la tomba di santa Faustina. Dopo di che si adora Gesù durante la notte nella cappella.

E un’argomento del ritiro che si svolgerà al Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki nei giorni dal 22 al 24 marzo. Il ritiro sarà accompagnato dalle parole tolte dal « Diario » di santa Faustina : O Gesu, fa’ di me quello che Ti piace. So che sei il Salvatore misericordioso (Diario, 854). Nell’ambiente del silenzio e della preghiera i partecipanti debbono approfondire una bellezza del volto di Gesu Misericordioso ed i suoi nomi di cui si serviva l’Apostola della Divina Misericordia oppure Lui-stesso si presentava a Lei. Il ritiro sarà guidato da suor Emanuela Gemza della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, presidente dell’associazione « Faustinum ».  e don Krzysztof Kowal MS, direttore spirituale, responsabile del postulandato dei Padri di N.S. di la Salette.

Nei giorni dal 22 al 24 marzo, di quest’anno nel convento dei carmelitani scalzi a Lorinčik vicino Košice nella Slovaquia del Sud si svolgerà un ritiro per le ragazze e le donne con le parole : « Non ti lascerò e non ti abbandonerò » (Eb 13,5). Sarebbe guidato da padre Andrej Valent OCD e suor Benedictina Fečova ISMM dalla comunità di Košice – Congregazione B.V.Maria della Misericordia.

Il 24 marzo di quest’anno cade la Domenica della Passione di Gesù Cristo, chiamata anche Domenica delle Palme che inizia la Settimana Santa. Si legge quel giorno, nella liturgia della santa Messa, la Passione di Gesù Cristo. L’Eucharistia è preceduta dalla processione con le palme, oppure la benedizione delle palme per commemorare un solenne corteo di Gesù in Gerusalemme. Le palme sono simbolo di una vita nuova che rinasce nei cuori dei fedeli. Nel Santuario a Cracovia-Łagiewniki ci sarà  una processione solenne con vescovo mons.Jan Zając, con i sacerdoti, le sorelle ed i fedeli, che inizierà nella cappella con l’Immagine di Gesù Misericordioso e la tomba di santa Faustina, alle ore 10.15, e proseguirà verso la basilica, dove si celebrerà una santa Messa. E stata santa Faustina, che, con la sua esperienza mistica,  ci descrive nel Diario  il corteo trionfale con Gesù in Gerusalemme : Ho visto Gesù seduto sull’asinello, e i discepoli ed una grande folla che andava assieme a Gesù tutta festante con dei rami in mano. Ed alcuni li gettavano sotto i piedi dove passava Gesù, ed altri tenevano i rami in alto agitandosi e saltando davanti al Signore e non sapevano che fare dalla gioia. E vidi un’altra folla che usciva incontro a Gesù, anche loro coi volti sorridenti e con rami in mano e gridavano in continuazione dalla gioia e c’erano anche dei bambini piccoli, ma Gesù era molto serio.  Ed il Signore mi fece conoscere quanto soffri in quelle circostanze. E in quel momento non vidi nient’altro all’infuori di Gesù che aveva il cuore gonfio per l’ingratitudine (Diario, 642). Gesù mi ha fatto conoscere quanto ha sofferto durante quel corteo trionfale. Agli « Osanna »  facevo eco nel Cuore di Gesù i « Crucifige ».Gesù mi ha fatto provare ciò in modo singolare (D.,1028).

Le persone provenienti dai diversi paesi del mondo, che partecipano all’opera della “Coroncina recitata continuamente”, pregano non solo per le loro intenzioni, ma pregano anche per ottenere “La misericordia per noi e per il mondo intero”. L’intenzione particolare per il mese di marzo e: di vivere la Quaresima in un modo fruttuoso, di ottenere una grazia di conversione per tutti i peccatori, soprattutto per coloro che rischiano una perdita di salvezza.

L’opera della “Coroncina detta continuamente” è una risposta alla domanda di Gesù, per implorare la “misericordia per noi e per il mondo intero”. E guidata dalla Congregazione delle Suore B.V.Maria della Misericordia sul sito www.faustyna.pl dal 2011. Ogni utente che ha riempito un modulo d’iscrizione e sarebbe d’accordo per recitare almeno una volta la Coroncina alla Divina Misericordia, dettata da Gesù a santa Suor Faustina, può partecipare a quest’opera.

Dal 1 marzo in tutte le cappelle della Congregazione della Beata Vergine Maria della Misericordia, anche nella cappella del Santuario a Cracovia-Łagiewniki con una celebre per le grazie, Immagine di Gesù Misericordioso e la tomba di santa Faustina, nella sera, si celebreranno le funzioni in onore a san Giuseppe. Le sorelle della Congregazione sin dal principio di fondazione della Congregazione hanno avuto una devozione particolare allo Sposo della Madonna e Colui che ha nutrito il Figlio di Dio, a cui protezione si affidano. San Giuseppe ha cura delle cose terrestri e spirituali. Lui stesso ha detto a santa Faustina quanto appoggia quest’opera, raccomandata a Lei dal Signore, dunque l’opera di proclamare al mondo il messaggio di Misericordia e gli ha promesso la sua protezione. Però, gli ha detto di avere per Lui una devozione continua e di recitare ogni giorno tre preghiere assieme al “Memorare”  (cf.Diario 1203). Attraverso una trasmissione on-line, ogni giorno, ad eccezione di giovedi e domenica, alle ore 19.00, ognuno di voi può inserirsi al canto delle Litanie a San Giuseppe, per ringraziare, con le sorelle, per questa protezione paterna di San Giuseppe e chiedere la Sua potente intercessione, per le nostre intenzioni, davanti al Signore.

Nei giorni dal 21 al 23 marzo nella parrocchia san Antonio di Padova in Lipinki Łużyckie e nelle chiese filiali a Boruszyn e Pietrzykow (diocesi di Zielona Góra-Gorzów) si svolge un ritiro di Quaresima, per i bambini, i giovani, gli adulti, sulla misericordia di Dio e la carità. In base alla parola di Dio e l’esperienza spirituale di santa Suor Faustina scritta nel « Diario », suor Leonia, sr Rachela e sr Mariam – della comunità di Płock – Congregazione B.V.Maria della Misericordia, guideranno il ritiro.

Nei giorni dal 18 al 22 marzo nella parrocchia Madonna di Częstochowa a Cracovia-Nowa-Huta si svolgerà un ritiro per i bambini di tre scuole elementari (n.88, 91, 105) con le parole: „ Esploratori di un Tesoro nascosto”. Le sorelle Maria Faustyna e s.Tobiana della comunità di Cracovia- Congregazione B.V.Maria della Misericordia guideranno il ritiro in base alla parola di Dio e l’eredità spirituale di santa Suor Faustina.

L’importanza delle scelte quotidiane. Forse non ci rendiamo conto di quanta importanza rivestano le nostre scelte quotidiane, come il nostro prendere la croce ogni giorno per cercare di seguire le orme di Gesù, per la vita eterna. Nella vita terrena, ci è stata data la possibilità di prendere decisioni su tutto: per la vita personale, familiare, professionale, sociale, nazionale … e tutte le nostre personali scelte terrene influenzano ciò che ne sarà della vita eterna di ognuno di noi. Viviamo sulla terra infatti, solo per imparare ad amare, perché tutta l’eternità dipenderà dall’amore dato. L’ arte dell’amare comprende: sofferenza, perdono e sacrificio duraturi … Gesù istruì così Suor Faustina sull’ importanza che riveste la capacità di portare la croce per la vita eterna.

Vidi Gesů inchiodato sulla croce. Dopo che Gesů era rimasto appeso per un momento, vidi tutta una schiera di anime crocifisse come Gesů. E vidi una terza schiera di anime ed una seconda schiera di anime. La seconda schiera non era inchiodata sulla croce, ma quelle anime tenevano saldamente la croce in mano. La terza schiera di anime invece non era né crocifissa né teneva la croce in mano, ma quelle anime trascinavano la croce dietro di sé ed erano insoddisfatte. Allora Gesů mi disse: «Vedi quelle anime, che sono simili a Me nella sofferenza e nel disprezzo: le stesse saranno simili a Me anche nella gloria. E quelle che assomigliano meno a Me nella sofferenza e nel disprezzo: le stesse assomiglieranno meno a Me anche nella gloria ».(Diario, 446).

Nei giorni dal 16 al 20 marzo, nella parrocchia la Divina Misericordia in Żary (diocesi di Zielona Góra-Gorzów) si svolgerà un ritiro di Quaresima sulla misericordia di Dio e la carità per i bambini, i giovani, gli adulti. Suor Leonia, sr Rachela e sr Mariam della comunità di Płock (Congregazione B.V.Maria della Misericordia) guideranno il ritiro, in base alla parola di Dio e l’esperienza spirituale di santa Suor Faustina, scritto nel suo „Diario”.

Nei giorni dal 15 al 17 marzo nella parrocchia santi Apostoli Pietro e Paolo nel paese Czkałowo si svolgerà un ritiro sulla dignità della donna con le parole : Ragazza, ti dico, alzati! Suor Anastasis Omelchenko della comunità di Pietropawłowsk – Congregazione B.V.Maria della Misericordia, suor Kazimiera Wanat e suor Madlen Hofmann debbono guidare il ritiro. Il programma include: incontro con la parola di Dio, conferenze, work-shop.

Il 17 marzo nella parrocchia santa Margherita in Plavnica con la filia in Kozelec (la Slovacchia del nord-est) si svolgerà un ritiro di Quaresima guidato dalle sorelle della comunità di Košice – la Congregazione B.V.Maria della Misericordia. Il programma include : gli interventi, la Via crucis, la preghiera nell’Ora della Misericordia con la Coroncina alla Divina Misericordia, la venerazione delle reliquie di santa Suor Faustina Kowalska.

Prima della solennità di san Giuseppe, a partire dal 10 marzo in tutti i conventi della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, le sorelle pregano la novena in onore a san Giuseppe.

San Giuseppe è uno dei patroni della Congregazione e sin dall’inizio gode di una grande stima. I suoi quadri si trovano in tutte le cappelle della Congregazione. Il più spesso il suo altare si trova sulla destra del presbiterio, come al Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Si può trovare le sue statue sui corridoi dei conventi, nelle stanze religiose, nei luoghi dell’apostolato, nei giardini, nei cortili dei conventi. E un padrone di ogni terreno, della casa, del convento, ha sotto la sua protezione non solo le cose materiali, ma soprattutto ha cura delle cose spirituali delle nostre comunità e delle opere della Congregazione. Le sorelle Lo chiamano « Padrone », « Padre » e cosi si rivolgono a Lui nelle loro preghiere : che mai si udi, aver alcuno invocato la tua protezione e chiesto il tuo aiuto senza essere stato consolato. Nelle cose urgenti mandano un « telegramma », per inserire i problemi importanti da esser sbrigati.

Prenditi cura della conversione dei peccatori. Questo è il più grande atto di pietà, perché è in vista il bene eterno dell’altro. Suor Faustina, seguendo l’esempio di Gesù, in questa intenzione fece addirittura un sacrificio della sua vita. Nelle esperienze mistiche ha incontrato il paradiso, il purgatorio e l’inferno, quindi ha detto che nessun sacrificio è troppo grande per salvare un’ anima per l’eternità. Gesù l’ha invitata – e attraverso di lei anche noi – a collaborare all’opera di salvezza per i peccatori, anche quelli per i quali, in termini umani, non c’è speranza. Ha chiesto molte volte: Desidero, desidero ardentemente la salvezza delle anime. Aiutami, figlia Mia, a salvare le anime. Unisci le tue sofferenze alla Mia Passione ed offrile al Padre Celeste per i peccatori (Diario, 1032). La perdita di ogni anima M’immerge in una tristezza mortale. Mi consoli sempre, quando preghi per i peccatori. La preghiera che Mi è più gradita è la preghiera per la conversione dei peccatori. Sappi, figlia Mia, che questa preghiera viene sempre esaudita (Diario, 1397).

Su invito di Gesù, Suor Faustina risponde generosamente: O Gesù, desidero condurre le anime alla sorgente della Tua Misericordia affinché attingano con il recipiente della fiducia l’acqua vivificante della vita. Quando un’anima desidera per sé una maggiore Misericordia di Dio, si avvicini a Lui con grande fiducia, e se la sua fiducia in Dio sarà senza limiti, anche la divina Misericordia sarà per lei senza limiti. O mio Signore, che conosci ogni battito del mio cuore, Tu sai quanto ardentemente desidero che tutti i cuori battano esclusivamente per Te, affinché ogni anima esalti la grandezza della Tua Misericordia (Diario, 1489).

Venerdi, il 15 marzo si svolgerà un ritiro di Quaresima nella parrocchia Santi Cirillo e Metodio in Terchova – Slovacchia del Nord. Dall’iniziativa dei membri dell’Associazione « Faustinum » il ritiro sarà guidato da suor M.Blanka Krajčiková della comunità di Košice – Congregazione B.V.Maria della Misericordia. Il programma include : l’intervento, la Via Crucis, la venerazione delle reliquie di santa Suor Faustina Kowalska.

Martedi, il 12 marzo, si svolge un ritiro di Quaresima per i bambini della Scuola Elementare Cattolica – Istvan Szechenyiho in Füzesabony in Ungheria.  Suor Hedvig Uličná della comunità B.V.Maria della Misericordia in Nizny Hrušov in Slovacchia guiderà il ritiro. L’argomento è l’Amore misericordioso di Dio verso di noi e l’esperienza spirituale di Quaresima di santa Faustina.

Opere di misericordia. Questo è il digiuno che vuole Dio. Ci convince di tutto questo, la vita di Santa Suor Faustina. Il medico non mi ha permesso di andare in cappella per la « Passione », benché lo desiderassi ardentemente; però ho pregato nella mia stanza. Ad un tratto ho inteso il campanello della stanza accanto, sono entrata ed ho fatto un servizio ad un malato grave. Quando sono rientrata nella mia stanza, all’improvviso ho visto Gesù che mi ha detto: « Figlia Mia, Mi hai procurato una gioia più grande facendoMi quel servizio, che se avessi pregato a lungo ». Ho risposto: « Ma, Gesù mio, io non ho fatto il servizio a Te, ma a quel malato ». Ed il Signore mi ha risposto: « Sì, figlia Mia, qualunque cosa fai al prossimo, la fai a Me » (Diario, 1029).

Gesù istruì Santa Faustina, e attraverso di lei anche noi, sui tre modi per fare del bene agli altri: l’azione, la parola e la preghiera. – In questi tre gradi è racchiusa la pienezza della Misericordia ed è una dimostrazione irrefutabile dell’ amore verso di Me. In questo modo l’anima esalta e rende culto alla Mia Misericordia (Diario, 742). Gesù ha richiesto che durante il giorno, si faccia almeno un atto di carità verso gli altri, per amore Suo. Questa è l’unica ricchezza sulla terra ed ha un valore eterno. Ci rende belli nella nostra umanità, nella chiamata cristiana e ricchi in Dio.

M

aria, Madre del Figlio di Dio, della Misericordia Incarnata, e Madre di ciascuno di noi. La più bella nell’amare Dio e fratelli. Il modello per una ragazza, madre, persona consacrata. Rivolgiamo le nostre preghiere di gratitudine e d’implorazione verso di Lei. Per saperne di più su più bella delle Donne, su Madonna della Misericordia, sul Suo culto, iconografia, liturgia e preghiere, sul sito: /www.suorfaustina.it

Con queste parole, nei giorni dal 1 al 3 marzo nella parrocchia Sacratissimo Cuore di Gesù in Lisakowsk, per le donne del decanato Kostanaj in Kazachistan, si svolgerà un ritiro sulla dignità della donna. Sarebbe guidato da suor Anastasis Omelchenko della comunità di Pietropawłowsk della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, suor Kazimiera Wanat, suor Madlen Hofmann e il padre Hans Reiner. Il programma include meditazione della parola di Dio, conferenze,  work-shop.

Dal 28 febbraio al 1 marzo, Suor Terezjana e Suor Tobiana dai conventi B.V.Maria della Misericordia condurranno un ritiro quaresimale per i bambini della scuola primaria. Il ritiro si svolgerà presso il Santuario di Santa Suor Faustina e il loro tema sarà essere: “Fede, speranza e amore alla luce dei “Messaggi della Misericordia”.

Meditazione della Passione del Signore. La Quaresima è il periodo dell’anno in cui siamo più propensi a riflettere lla sofferenza della Passione di Gesù, intrapresa per amore nostro e per la nostra salvezza. Immergiamoci nel dolore e nell’amarezza della Via Crucis, rileggendo i testi delle Sacre Scritture che la descrivono e ne annunciano in seguito, l’Evento Pasquale. Gesù ci insegna, attraverso Suor Faustina, il modo di viwere la Sua Passione, come se tutto si fosse compiuto esclusivamente per lei e allo stesso tempo, per ognuno di oi. Ha spiegato: Un’ora di meditazione sulla Mia dolorosa Passione ha un merito maggiore di un anno intero di flagellazioni a sangue. La meditazione sulle Mie Piaghe dolorose č di grande profitto per te ed a Me procura una grande gioia (Diario, 369). Figlia Mia, medita spesso sulle Mie sofferenze che ho subito per te, e quello che tu soffri per Me non ti sembrerŕ eccessivo. Mi fai molto piacere quando mediti sulla Mia dolorosa Passione. Unisci le tue piccole sofferenze alla Mia dolorosa Passione, affinché acquistino un valore infinito davanti alla Mia Maestŕ (Diario, 1512). Seguendo queste indicazioni di Gesù, Suor Faustina penetrò profondamente nel mistero dell’a more Misericordioso di Dio per ogni essere umano e ringraziò Gesù per il libro da cui apprese ad amare Dio e le persone.  Il grande libro č la Tua Passione affrontata per amor mio. Da questo libro ho imparato come amare Dio e le anime. In esso sono racchiusi per noi inesauribili tesori. O Gesů, quanto sono poche le anime che Ti comprendono nel Tuo martirio d’amore! Oh! quanto č grande il fuoco d’amore purissimo, che arde nel Tuo sacratissimo Cuore! Felice l’anima, che ha capito l’amore del Cuore di Gesů! (Diario, 304)

Il periodo della Quaresima, ci incoraggia la riflessione sulla propria vita e il suo scopo. Lascio alla meditazione, questa visione vissuta di Santa Suor Faustina.

Un giorno vidi due strade: una strada larga, cosparsa di sabbia e di fiori, piena di allegria, di musica e di vari passatempi. a gente andava per quella strada ballando e divertendosi. Fino a quando giungendo alla fine, non si accorgevano  che era finita. Alla fine di quella strada,  c’era uno spaventoso precipizio, cioè l’abisso infernale. Quelle anime cadevano alla cieca, in quella voragine e man mano che arrivavano, precipitavano dentro. Ce n’era un così gran numero, che era impossibile contarle. E vidi un altra strada, o meglio un sentiero, poiché era stretto e cosparso di spine e di sassi e la gente che andava per quella strada, aveva le lacrime agli occhi ed era piena di dolori. Alcuni cadevano sulle pietre, ma alzandosi subito  proseguivano. Alla fine della strada c’era uno stupendo giardino, pieno di ogni felicità e tutte quelle anime vi entravano. E subito, fin dal primo momento, dimenticavano i loro dolori (Diario, 153).

Qual è lo scopo della mia vita? Quale strada sto percorrendo?